Natural Weight Loss Guide should become your way. Most Healthy Food can help you make positive food and nutrition choices. Anti-aging diet based on recommendations from leading health experts. Canon Digital Photo Professional Professional Photography Tips women's health encyclopedia Canon Hacker's Development Kit Photographer's Guide Canon DSLR
Benvenuto!
Connessione Salva password

Nuova registrazione Password dimenticata?

Verbale Bufera Fuori Porta Bufera e Buferiani
di siracide, 18 Ottobre 2006 stampa
Ho dovuto riflettere a lungo prima di cimentarmi nella stesura del verbale dell'ultima Bufera Fuori Porta svolta lo scorso venerdì 13 ottobre 2006, ma quanto accaduto in effetti lo richiedeva.

Partiamo dall'inizio:
da circa 20 giorni il socio addetto alle B.F.P. ci tempestava tutti con sms di promemoria e di insistente convincimento...
inutile ricordare lo stile particolare di Gude nel fare ciò.
Oltretutto lanciava qua e là anche avvisi preoccupanti sulla necessità di portare con sè impermeabile e stivali...
E chiaramente la preoccupazione di tutti era nell'aria:
non sapendo dove si trovasse la località amena, teatro dell'incontro conviviale, alcuni si sono messi a ripassare l'inglese mentre altri hanno pensato di fare il tagliando alla macchina.

Ed eccoci in prossimità della data fatidica: venerdì 13.
Alcuni danno forfait asserendo numerose scuse (reali o finte per coprire quel certo timore dell'ignoto):
di queste scuse alcune sono state memorizzate da Iangugu, il quale al ritrovo in piazzale ha intrattenuto i convenuti con una declamazione in prosa delle giustificazioni più belle, citando gli autori contemporanei più in voga: Zanna, Ghioto, Kabu.
L'intonazione della recitazione è delle migliori, con uno spirito di immedesimazione eccelso... il pubblico si infervora e gli applausi si sprecano...

Sono ormai le 21.42 e la fame si fa sentire tra i presenti con qualche protesta. Fatti i conti e verificato il ritardo di Scalchi, si parte in 6 con 2 macchine: l'auto presidenziale e quella Polare.
Gli ordini di Gude sono chiari: non si va subito a cena (sono le 21.52!)... prima una tazza!
Nel frattempo qualcuno si ricorda di un socio di nome Dalle col timore di averlo abbandonato. Una volta contattato ci fa sapere che non viene e, in perfetto stile buferiano, lo si maledice fingendo di averlo aspettato fino ad allora in piazzale.
Si raggiunge quindi la zona di Dueville per un aperitivo leggero: aperitivo della casa per tutti... 15 minuti buoni per prepararlo, poi si degusta quell'acqua sporca e dolciastra... abbastanza cesso, direi!
Con lo stomaco pronto per la cena (sono le 22.24!) si riparte e lungo la strada riceviamo la chiamata di Scalchi che da ritardatario che era ora ci attende impaziente già sul posto... che non era poi così lontano e nemmeno strano. Ci troviamo in un ristorante-osteria nelle campagne in prossimità di Thiene. Sul tavolo c'è un piatto con alcune mini bruschette... divorate in pochi secondi. Poi anche qui aperitivo della casa... peggio del precedente!

Si ordina da bere e la "plebe" opta per un rabosello in caraffa, mentre il saggio Polo richiede un Cabernet. Buono il secondo, ma il "rabosello"... Ora, ci è capitato spesso di bere vino annacquato e magari anche senza accorgercene, ma mai e poi mai credo ci sia capitata nel bicchiere una roba simile... rosè dal colore sbiadito, profumo con aromi leggermente (s)fruttati, sapore corporale con bollicine enormi e frizzantezza superiore alla Guizza...
Il locale è abbastanza pieno ma gli altri tavoli giustamente hanno quasi terminato (sono le 22.51!). Notiamo però una cosa: ci sono due tavolate di donne e due o tre tavolate di uomini, oltre alla nostra...
Cominciamo con i brindisi buferiani in modo sommesso, anche quando nella sala rimaniamo solo tra uomini. Sembra quasi un locale gay, ma fortunatamente ci sono delle cameriere simpatiche e carine tranquillizzarci gli animi (più tardi Late ad una di queste assegnerà addiruttura un 5 come voto... notevole!)
Finalmente si mangia: fiorentine con l'osso per tutti. Su ogni piatto una sberla da kilo alta tre dita, cotta un po' al sangue. Il combattente Siracide accusa il colpo e pur divorando con la maggiore voracità si astiene dal ripulire completamente l'osso. Cede quindi il passo a Gio che con stile chirurgico ripulisce tutto.
Le discussioni vertono sugli assenti, sull'attualità, sul tasso di natalità... "Ghioto," sostiene Gude, "Ghioto basta che se cava la cintura e la buta sol leto che ea la se ciapa incinta".
Nel frattempo arrivano pure Scara e Late e anche per loro una bella fiorentina, con la quale Late non è da meno di Gio.

Ma ecco l'imprevisto, la cosa che non ti aspetti, la leggenda metropolitana che ti coinvolge da vicino... bastano una semplice ma arguta improvvisazione di un novello Sherlock Holmes, una attenta osservazione degna del R.I.S. e una domanda a briciapelo a smascherare una storia complessa e incredibile con protagonista una specie di supereroe, somigliante un po' a Robocop...
Su questa vicenda si svilupperanno i pensieri e le fantasie di tutti i buferiani presenti... per gli assenti non c'è spazio... il segreto professionale di tutti i presenti sarà inflessibile, almeno fino a nuovo ordine... e per quella notte... "nessun dorma"


Si procede con dessert e caffè e si comincia a tormentare le cameriere ordinando i caffè sotto le varie tipologie. Ma il massimo si raggiunge coi liquori, siamo in 9 e l'organizzatore Gugu supportato da Roda assegna ad ognuno un amaro diverso... la signorina prende nota e non batte ciglio... arriva il turno di Gude, che non ricorda il proprio amaro: "Rammazzotti" già chiesto, "Averna" già chiesto... colpa sua o qualcuno gli ha soffiato l'amaro? Dopo un po' di gò-gò-manca ecco 9 ordinazioni diverse tra cui spicca un limoncello... per la consegna arriva un'altra cameriera che senza perdere un colpo recita la lista e consegna il giusto bicchierino tra lo stupore generale (ma il trucchetto c'è).
Ora tocca al solito Gude che conosciamo, quello che sbiascica delle frasi incomprensibili ridendo e divenendo rosso paonazzo... tutti ridono cercando di comprendere quel che dice... la frase è del tipo "comprémo na bustina de semense e ghe le piantemo soto l'ulivo a Roda"... il contesto non lo ricordo ma non dà alcun valore aggiunto...
Il locale è vuoto e probabilmente aspetta solo noi per chiudere... c'è lo spazio e il tempo per un brindisi buferiano ad alta voce... solo una cameriera ci sente ed esclama "ooh!"

All'uscita un bisogno impellente spinge alla minzione di gruppo sul campo prospiciente il locale, mentre si notano delle auto sfrecciare ai 165 orari in quella stradina di campagna.
Con un fortissimo senso del dovere, quindi, Roda si prende carico di segnalare con mano tesa alle auto di rallentare.

Si ritorna all'ovile, in piazzale per riprendere le proprie auto.
Complimenti a Gude, serata sublime, scelta eccellente, cena ottima a prezzo modico e organizzazione impeccabile (peccato per quel vinello strano). Ma gli ultimi pensieri prima di andare a nanna sono per quell'imprevisto-imprevedibile.

Al rientro a casa, uno di noi, dopo aver detto a se stesso "ma no che non dimentico le chiavi", lascia le stesse in auto dentro al garage e chiude il tutto. Aspetta 5 minuti pensieroso e poi si vede costretto a suonare "gentilmente" 2 volte alla moglie per farsi aprire. Non ricevendo risposta pronta provvede al lancio di sassolini sulla tapparella. Poi a nanna! (sono le 02.57 di sabato 14 ottobre).

12 commenti
Per commentare devi registrarti e connetterti

Nota: i commenti sono di proprieta' degli autori, che ne sono responsabili.

  di D@niele, 18 Ottobre 2006, 18:43 permalink
...e chi non c'era si è perso, uno dei migliori eventi buferiani della storia!
|  
  di jazzo, 18 Ottobre 2006, 20:40 permalink
........una bufera da mettere in "soaxa" e ripescare nei momenti di stanca.......io c'ero .....ma vieniiiii!!!!!
|  
  di Giogio, 20 Ottobre 2006, 19:08 permalink
E C C E Z I O N A L E ! ! ! :)
|  
  di elmoro, 20 Ottobre 2006, 06:07 permalink
per il resoconto, ottimamente narrato come ci hai abituati. E lo dico pure con l'acidita' di stomaco per il dettaglio suggerito ma non raccontato... va beh spero in quel "fino a nuovo ordine"
|  
  di D@niele, 20 Ottobre 2006, 09:15 permalink
President? Ma non l'ha scritto Siro?
C'è stato un golpe?
|  
  di Presidente, 20 Ottobre 2006, 15:14 permalink
non lo sapevi che tutti i testi di siro glieli scrivo io? E se vuole scrivere di testa sua gli faccio anche da censore.
|  
  di Presidente, 20 Ottobre 2006, 15:15 permalink
oppure siro è il nuovo presidente e io ne sono rimasto all'oscuro
|  
  di siracide, 20 Ottobre 2006, 16:04 permalink
sono solo un umile servo, opero per conto del Presidente, di cui sono un braccio, una mano, un'appendice, un mouse...
|  
  di elmoro, 21 Ottobre 2006, 16:07 permalink
va be sono definitivamete andato ...
|  
  di siracide, 20 Ottobre 2006, 16:08 permalink
Moglie e sorella mi han chiesto spiagazioni, ma, come il saggio Polo ha scritto loro via sms:
"Perdete tempo inutilmente: saremo delle tombe!"
|  
  di siracide, 26 Ottobre 2006, 12:02 permalink
una dimenticanza imperdonabile:
non ho detto che prima di alzarci da tavola abbiamo dato vita alla solita sanguinosa battaglia di frustate coi tovaglioli... dei maestri!
|  
  di D@niele, 26 Ottobre 2006, 12:16 permalink
Questo è un cult, che dovremo premurarci di far continuare ad ogni bufera fuori porta (e anche indoor, quasi quasi....)
|