Natural Weight Loss Guide should become your way. Most Healthy Food can help you make positive food and nutrition choices. Anti-aging diet based on recommendations from leading health experts. Canon Digital Photo Professional Professional Photography Tips women's health encyclopedia Canon Hacker's Development Kit Photographer's Guide Canon DSLR
Benvenuto!
Connessione Salva password

Nuova registrazione Password dimenticata?

Real sul giornale Attivita' Ludico-Sportive
di siracide,  9 Luglio 2005 stampa
Ecco l'articolo con foto apparso pochi giorni fa su "Il giornale di Vicenza".


Da notare che nella foto pre-partita manca Late, che, dopo essersi cambiato,
col suo stile taciturno si era avviato al carcere solingo e ramingo già da 15-20 minuti.

martedì 05 luglio 2005 cronaca pag. 16
Si chiude con successo l’iniziativa voluta dal Csi Vicenza
Nel carcere di San Pio X va in gol la solidarietà

Al torneo di calcio c’è anche l’ex biancorosso Marco Schenardi
di Giancarlo Marchetto

Chiusura un po' in sordina ma ugualmente apprezzata dai partecipanti, quella della stagione sportiva organizzata dal Csi di Vicenza a beneficio dei carcerati del San Pio X.
Nel campo di calcio ed in quello di volley entro le mura carcerarie si sono avvicendati, per tutta la stagione, gli studenti dell'Itis Rossi, liceo Pigafetta, Itis Canova , Lampertico ed alberghiero Artusi di Recoaro, nonché i volontari che partecipano ai diversi campionati di calcio, atletica o volley del Centro Sportivo Italiano.
Per consuetudine, da un quadriennio, la ciliegina finale prima della sosta estiva, è la disputa del quadrangolare di calcio in cui nella veste di squadra da battere entra in campo anche il Vicenza calcio. Un'iniziativa apprezzata da detenuti e direzione carceraria che ha visto nel duemila come primo promotore Pablito Rossi ed il suo Real Vicenza.
Quest'anno purtroppo la situazione contingente di classifica ha fatto mancare la vernice dell'atto finale ossia la presenza del Vicenza calcio che a differenza degli ultimi campionati, ha dovuto darci dentro sino all'ultima giornata per evitare la retrocessione, con un epilogo però che tutti conosciamo.
Una fetta del Vicenza di un recente luminoso passato ha partecipato al quadrangolare forzatamente diventato un triangolare. Marco "Ciccio" Schenardi ex-biancorosso ed ora capitano, giocatore ed allenatore della Narnese, che in questa stagione ha portato alla promozione in serie D, è stato l'uomo faro della selezione del Real Csi che ha affrontato la "nazionale" dei carcerati e quella della Polizia Penitenziaria. «Vengo sempre volentieri a Vicenza, città nella quale ho molti amici - dice Schenardi -. Ho già conosciuto l'esperienza dello sport in carcere circa 14 anni or sono quando militavo nel Brescia e la gioia che si legge negli occhi dei reclusi è la miglior risposta circa l'importanza di queste iniziative sportive. Sono qui con la maglia del Csi Vicenza perchè conosco il lavoro degli amici che hanno organizzato questo evento e trovo impagabile la loro opera a beneficio del mondo carcerario».
Una formazione quantomeno originale quella del Real Csi Vicenza che schierava in porta il presidente nonché referente e sostenitore del progetto carcere legge 663, voluto dalla regione Veneto. All'attacco a far coppia con Ciccio Schenardi si è ottimamente comportato il "conte" Pierantonio Marchetto, mentre in difesa il fresco bronzo sui 3.000 siepi nei campionati italiani master, Siro Pillan, non si è certo risparmiato. Dal basket Roberto Cerin ed il tecnico di calcio Massimo Dalle Ave a centrocampo e nel ruolo di tornante Davide Zamberlan. Arbitro il decano dei fischietti vicentini Aldo Parise assistito dai dirigenti accompagnatori Leopoldo Galla e Bruno Fanton meglio noto con l'epiteto di Birne, il re del calcio canicolare.
I detenuti hanno avuto la meglio su Schenardi & Co. nella prima partita per 3 a 1 (doppietta di Franco, Christian e Gilorad per il Real Csi). Quattro gol per parte nella sfida tra Polizia Penitenziaria e Real Csi (Cuffaro e tripletta di Salafia per gli agenti, Gilorad, Dalle Ave, Marchetto e Schenardi per il Real Csi). Schenardi si era anche procurato il rigore della vittoria purtroppo fallito da Gilorad. Nella terza sfida decisiva gli agenti hanno avuto la meglio sui detenuti per 3 a 1 (Costa, doppietta di Coffa e gol della bandiera di Franco) assicurandosi così la vittoria nel triangolare.
Alla fine premi e festa per tutti con la promessa da parte dei giocatori del Real Csi e di riflesso anche istituti scolastici, di riprendere il dialogo, non solo sportivo, dopo la sosta estiva.

...anche se a me sembrava che l'ultima sfida si fosse conclusa sull'uno a uno... boh!? vedi cronaca precedente

1 commento
Per commentare devi registrarti e connetterti

Nota: i commenti sono di proprieta' degli autori, che ne sono responsabili.

  di Io, 11 Luglio 2005, 09:51 permalink
partecipare pure io.. ma a questo punto credo che per entrare a giocare in carcere dovrò..

1) arruolarmi nella polpen

2) rapinare una banca..
|