Natural Weight Loss Guide should become your way. Most Healthy Food can help you make positive food and nutrition choices. Anti-aging diet based on recommendations from leading health experts. Canon Digital Photo Professional Professional Photography Tips women's health encyclopedia Canon Hacker's Development Kit Photographer's Guide Canon DSLR
Benvenuto!
Connessione Salva password

Nuova registrazione Password dimenticata?

il cinema in casa: Billy Elliot Cinema
di siracide,  1 Dicembre 2003 stampa
Questa sera (21.00 su Canale 5) c'è questo bel film da vedere (o registrare, se state guardando ad esempio il film-tv su Augusto). Billy Elliot è un film (Fra-GB) del 2000, con la regia di STEPHEN DALDRY (soggetto e sceneggiatura di Lee Hall), 3 candidature all'Oscar ...
...

Trama
Siamo nei primi anni '80 in un paesino di minatori dell'Inghilterra del Nord. Il bambino Billy mandato dal padre al circolo di boxe viene attratto dalle lezioni di danza che si svolgono a fianco. Suo padre e suo fratello scioperano insieme agli altri minatori e non vedono di buon occhio questa inclinazione per la danza classica, considerata poco maschile. Ma la sua maestra di ballo ha intuito le sue grandi potenzialità...
il resto è da scoprire, tra vicende familiari, danza, legami sociali.

Critica
Ricorda un po' quel cinema britannico tipo 'The Full Monthy' ma anche 'Shine' (USA) che si avvicina anche per il soggetto (grande talento artistico inserito in uno spaccato di vita dei sobborghi). 'Billy Elliot' alterna commozione a humour ed è accattivante; una buona dose del successo del film va sicuramente attribuita al giovanissimo protagonista Jamie Bell, diretto e determinato, energico e naturale.
Come dicevamo c'è una bella narrazione dello sciopero dei minatori, tra le fatiche della lotta, il disperare delle possibilità di vittoria, le tentazioni di cedere, gli scontri violenti con la polizia. E c'è un dipinto del paesaggio tipico con le luci pomeridiane tristi nelle casette a schiera in mattoni, l'angustia, il cibo cattivo, i cortili solitari, le ansie senza fine. E questo in contrasto con l'aspirazione alla bellezza artistica della danza che sembra anche un mezzo per liberarsi del proprio destino sociale.
Bello anche per il bel ritmo del montaggio.
Il film segue comunque una costruzione classica per il suo genere (ruoli dei personaggi, momenti chiave della storia, situazioni classiche) e non manca di scene dolciastre o scivoloni dubbi:
l'apparizione del fantasma della madre, il fratello che sembra diventare troppo in fretta troppo buono e poi il dubbio che per buona parte del film coglie lo spettatore: il bambino/ragazzo è gay? lo diventerà? Il film sembrerebbe affrontare l'argomento per dimostrare che non è scontato che i ballerini maschi siano tutti gay, ma ottiene quasi l'effetto contrario alimentando di fatto questo luogo comune.

3 commenti
Per commentare devi registrarti e connetterti

Nota: i commenti sono di proprieta' degli autori, che ne sono responsabili.

  di Io, 01 Dicembre 2003, 18:35 permalink
davvero.. questa settimana non ci sarà (per lo meno da parte mia) una recensione cinematografica e la tua idea di recensire un film trasmesso in tv riempie un "vuoto".
Spero che altri seguano il tuo esempio.

Finalmente qualcun altro che commenta un film e permette alla rubrica cinematografica di non essere in regime di monopolio..
|  
  di Roda, 02 Dicembre 2003, 17:22 permalink
Ho visto il film, perlomeno una buona parte, con Elisa. Il film è stato gradevole, ma resto dell'avviso che un buon "Trinità" sia sempre la cosa migliore. Comunque si lascia guardare.
Ciao
Roda
|  
  di Llerin, 02 Dicembre 2003, 18:01 permalink
Billy Elliot l'ho visto anch'io. E' un bel film ma francamente vista la pubblicita' e la critica mi aspettavo di meglio. Sono d'accordo, ad es., che il fratello diventa buono improvvisamente e poi e' stato spiegato male l'ambiente in cui viveva e la gavetta, che sicuramente ha fatto, per diventare famoso. Sono d'accordo anche sul fatto che il film non spiega bene che si puo' essere ballerini classici anche senza essere gay.
Bella la interpretazione del protagonista e mi e' piaciuta anche la figura della prof. che lo ha scoperto. Io, comunque, avrei dato solo una nomination all'oscar e solo al protagonista.

Trovo piacevole l'idea di recensire i film visti in tv perche' cosi' possono partecipare piu' persone alla rubrica dei film.
|