Natural Weight Loss Guide should become your way. Most Healthy Food can help you make positive food and nutrition choices. Anti-aging diet based on recommendations from leading health experts. Canon Digital Photo Professional Professional Photography Tips women's health encyclopedia Canon Hacker's Development Kit Photographer's Guide Canon DSLR
Benvenuto!
Connessione Salva password

Nuova registrazione Password dimenticata?

6 domande a Moro Commenti
di Kabubi, 15 Gennaio 2013 stampa

Vorrei sapere da Moro cosa pensa FID delle seguenti questioni:

1- Come intendete recuperare l'evasione fiscale dei grandi evasori.

2- Come intendete far rientrare o tassare i capitali all'estero.

3- Quale legge elettorale proponete.

4- Cosa volete farne della TAV e del ponte sullo stretto.

5- Quale sistema sanitario proponete.

6- Come intendete tutelare l'ambiente.

26 commenti
Per commentare devi registrarti e connetterti

Nota: i commenti sono di proprieta' degli autori, che ne sono responsabili.

  di dino, 15 Gennaio 2013, 09:22 permalink

Scusami Jury, se posso aggiungere:

7 - Come intendete diminuire il debito pubblico.

8 - Come intendete diminuire le spese della politica.

Per quanto riguarda la domanda uno, grandi o piccoli, sempre evasori restano!

|  
  di Kabubi, 16 Gennaio 2013, 15:37 permalink

vero, ma i piccoli evasori si possono prendere facilmente, i grandi meno. E quando colpisci ben bene il grande, va da sé che il piccolo rientra nei ranghi da solo... tra l'altro ho idea che il peso economico dei grandi sia ben più forte dei piccoli messi insieme....

|  
  di Massa, 15 Gennaio 2013, 20:29 permalink

http://www.fermareildeclino.it/

|  
  di Kabubi, 15 Gennaio 2013, 23:24 permalink

Scalchi, se intendi i 10 punti del programma li conosciamo tutti. Quello che io non conosco è cosa ne pensano degli altri punti.

|  
  di siracide, 16 Gennaio 2013, 10:26 permalink

Da quel che abbiamo discusso da Late, mi par di capire che:

  • gli altri punti non li ritengono primari rispetto a quelli da loro "scelti", per la maggior parte economici, nel senso che gli altri punti, secondo loro, rimarranno comunque conseguenti ai principali.
  • sugli altri punti potrebbero uniformarsi alle idee di altri schieramenti, però, dichiaratamente, non se ne stanno occupando, oppure...
  • lasciano libertà di opinioni/posizione anche al loro interno, non ritenendo rilevante la scelta di una linea univoca e comune
|  
  di Kabubi, 16 Gennaio 2013, 15:32 permalink

Siro, anche a me Moro ha detto che quei loro 10 punti li ritengono primari e gli altri no. Questa risposta a me non dice un cazzo e non mi basta. FID chiede anche il mio voto, quindi vorrei che mi desse risposta su questi 6 punti. Dino invece vorrebbe la risposta su 8 punti. Semplice.

Se invece, ma non mi sembrano stupidi, ritengono di dare risposta a quelli che considerano punti importanti e non al resto, non avranno né il mio voto né quello di Dino, per cominciare. Giusto per fare un esempio, la LEGALITA' per me è più importante di tutti i 10 punti. Quindi?

Moro batti un colpo, dopo averlo dato, eventualmente.

|  
  di siracide, 16 Gennaio 2013, 19:10 permalink

Sì, sì... Juri io son d'accordo con te. Avevo solo riportato quel che sapevo o avevo capito io perché presumo che il nostro se risponderà, risponderà nuovamente così. Semplice.

|  
  di Roda, 23 Gennaio 2013, 16:45 permalink

Parlando di LEGALITA', volevo sapere se in questo alto concetto rientra anche il fatto che 2 esponenti di spicco di Rifondazione, alleati a Rivoluzione Civile di Ingroia, abbiano partecipato ai funerali di quel criminale di Prospero Gallinari la settimana scorsa. Ed il fatto che Ingroia l'abbia liquidato come un fatto privato

|  
  di Kabubi, 25 Gennaio 2013, 13:36 permalink

Secondo me si, è un fatto privato. Se un mio amico/conoscente fascista muore perché non dovrei andare al suo funerale?

|  
  di siracide, 25 Gennaio 2013, 14:11 permalink

Anch'io son d'accordo con Juri: indipendentemente dal fatto in particolare, uno nel suo privato, specie dal punto di vista religioso, deve esser libero di partecipare a funerali e matrimoni di chicchessia... se vogliamo sempre che non ci siano interferenze tra religione e politica dobbiamo pretenderlo sempre non solo quando ci fa comodo. O un politico per esser tale deve anche rinunciare alla propria fede, alla propria religione?

|  
  di Roda, 25 Gennaio 2013, 14:59 permalink

Gallinari non era un "fascista" o un "comunista": era un terrorista. Al suo matrimonio c'erano alcuni dei peggiori personaggi italiani degli ultimi anni, da Scalzone a Curcio, per non dirne altri. Se quei 2 (uno è stato o è senatore) deve valutare le conseguenze del suo gesto. E a maggior ragione dovrebbe valutarle quell'idiota di Ferrero, invece di dire che è un fatto privato. In quel funerale ci sono stati i consueti slogan: pugni chiusi, l'Internazionale, ecc. Gallinari è stato fatto passare come un povero diavolo che avrà si commesso qualche errore, ma insomma, non aveva tutti i torti. Ha solo ammazzato persone innocenti in nome di una guerra che lui e dei pezzi di merda come lui avevano deciso di combattere, altrochè fatto privato ed umana comprensione.

Magari poi sono gli stessi stronzi che scaglieranno pietre se qualcuno andrà al funerale, che ne so, di Priebke.

|  
  di elmoro, 25 Gennaio 2013, 16:54 permalink

Il punto di Roda, se mi posso permettere di intrepretare, non e' che uno non possa andare al funerale di un amico. E' che il fatto genera conseguenze sulla nostra opinione riguardo alla persona, riguardo al partito che lo candida e, per proprieta' transitiva,  alla coalizione che raggruppa questo partito. 

Gallinari e' uno speciale, non si e' mai pentito a quanto risulta su wikipedia. Ha partecipato attivamente all'evento piu' significativo del terrorismo italiano, il rapimento di Moro, e probabilmente e' stato lui ad ucciderlo (Moretti si prese la responsabilita' quando Gallinari stava chiedendo condizioni di carcerazione piu' favorevoli per motivi di salute).

Comunque sia, il fatto e' questo: la partecipazione ad un funerale e' certamente un fatto privato. Ma se sei candidato alle elezioni, il privato diventa pubblico. Il politico ha meno diritti alla privacy e alla gestione "libera" della propria sfera privata delle persone normali, per un motivo molto preciso: il politico gestisce risorse che sono di tutti, e questo gli da un potere enorme, in certi casi anche perche' le decisioni avvengono in segretezza e rimangono segrete; per cui, per scegliere il politico che lo rappresenta, il cittadino deve aver diritto a conoscere quante piu' cose puo' del politico anche nella sfera personale, per poterlo giudicare moralmente e poter inferire come usera' il potere quando sara' in parlamento. 

Dal fatto che questo fosse amico di uno dei peggiori terroristi io comincio gia' a formulare una serie di sospetti, magari non confermati, ma che comunque per ora non sono nemmeno smentiti. Dal fatto che una lista candidi un personaggio del genere, inferisco qualcosa sul carattere delle persone che gestiscono quel partito. Dal fatto che questa lista sia associata ad altre liste che aspirano ad acquisire la maggioranza, inferisco qualcosa su questa maggioranza. 

Per come si comporta un partito decente in casi di comportamento etico dubbio, segnalo questo. Non e' giustizialismo alla Grillo: l'errore era stato commesso a 18 anni, fra le cose possibili non era neanche tanto grave, se fosse stato onesto fin dall'inizio il candidato sarebbe stato il benvenuto nelle liste. 

|  
  di siracide, 26 Gennaio 2013, 18:11 permalink

Il politico ha meno diritti alla privacy

solo questo è il punto

per il resto deve essere comunque libero (consapevole ovviamente delle conseguenze di questo); chi poi si sente di poterlo o doverlo giudicare (e già qui si aprirebbe un altro mondo) altrettanto libero di farlo, magari nel modo più giusto.

In ogni caso, e non parlo del caso specifico (non so se fosse amico o no), un "vero" cristiano potrebbe anche partecipare a tutti i funerali di tutti gli sconosciuti del mondo come fanno certe sante donne della nostra parrocchia (che a noi magari fanno (sor)ridere, ma sante magari lo sono veramente) semplicemente perché sente l'importanza di celebrare il passaggio a nuova vita di un essere umano. Se poi so per certo che era amico o collaboratore di certa gente, ok, ma solo per il fatto che sia presente io, personalmente, non me la sento di fare deduzioni.

 

|  
  di D@niele, 28 Gennaio 2013, 09:18 permalink

E comunque Roda, ti ricordo, mai lo avessi dimenticato che "coi nasse i xe tuti bei, e coi more i xe tuti bravi", ergo...

|  
  di Llerin, 30 Gennaio 2013, 18:37 permalink

Il proverbio intero dice "Coi nase i xe tuti bei, coi se sposa i xe tuti bravi e coi more i xe tuti boni"

|  
  di siracide, 31 Gennaio 2013, 11:17 permalink

ooooh là, grande Llerin!

|  
  di dalle, 16 Gennaio 2013, 17:38 permalink

Ho poco tempo causa neve ma adesso sembra una situazione tranquilla e ne approfitto e Juri, come al solito, mi "stuzzica" troppo.

Cosa ti cambia sapere cosa ne pensano.

Premesso che il concetto di "legalità" mi sembra trasversalmente presente in molti di quei 10 punti ma credi ancora nei programmi "discorsivi" della politica ?

Sai una delle cosa che apprezzo maggiormente di "fermare il declino" ? Il fatto che hanno un programma abbastanza "misurabile" e per "misurabile" intendo che si possa verificare se l'hanno rispettato oppure no. Cosa che non c'è mai stata a mia memoria.

E in Italia questo concetto di "misurare" è la più grande innovazione possibile.

I problemi si risolvono per passi, sempre se si hanno chiare le idee di fondo e dove si vuole arrivare.

I costringerei ogni partito/movimento ad limitarsi a n° 10 punti che intendono raggiungere e poi li valuterei su quei punti. Ovvio devi scegliere le priorità ma la vita in generale e la politica in particolare è quello: scegliere le priorità.

Sulle priorità che sceglie e sulle soluzioni che proponi ti do il mio voto. Sui risultati che ottieni riotterrai il mio voto.

In Italia invece mille chiacchiere e mille distinguo e alla fine non ci si capisce un cazzo.

Se devi ristrutturare la casa da dove parti ? Dalle strutture portanti. Una volta che sta su pensi al tetto. E poi per grado al resto. Anche se dall'inizio sai dove vorresti arrivare, per obiettivi successivi di priorità provi a raggiungerli.

Per me governare-fare politica-amministrare è la stessa cosa.

Se non mi sono spiegato bene mi spiace.

Buona serata.

 

Dalle

|  
  di siracide, 16 Gennaio 2013, 19:13 permalink

Dalle, stavolta mi sei piaciuto... sarà perché vieni a ginnastica da me.

Comunque a proposito di misurare:

E in Italia questo concetto di "misurare" è la più grande innovazione possibile.

intendi in generale per finire ai particolari casi di chi "misura" pioggia e neve?

|  
  di Roda, 17 Gennaio 2013, 08:53 permalink

Concordo in pieno con Dalle; cosa vuol dire "legalità" ? Che se uno è condannato non può candidarsi ? Per me, un'emerita cazzata: magari uno è una bravissima persona ma una volta, magari, ha preso a calci nel culo un vigile perchè gli ha dato un multa perchè viaggiava a 51 km/h in centro abitato. O "legalità" significa dire "sono contro la mafia" ? Bah, per me è peggio, molto peggio che giudici come Ingroia e De Magistris prima blaterino tanto contro le accuse di antiberlusconismo, e poi si candidino contro Berlusconi.

Meglio pochi punti, certi, ma buoni, che promesse sull'intero scibile umano che poi non si potranno mantenere e verificare.

|  
  di siracide, 17 Gennaio 2013, 10:11 permalink

ok, ma sbaglio o tu eri quello che la stessa sera diceva:

"uno fa una cazzata? (tipo prendere a calci in culo un vigile per una multa) pena di morte, punto!... eh, ma... no! pena di morte!"

|  
  di Roda, 17 Gennaio 2013, 10:48 permalink

Sbagli, come spesso capita. Io proponevo la pena di morte per i tossici o marmaglia del genere che commettono i cosiddetti "piccoli reati" in maniera continuativa

|  
  di siracide, 17 Gennaio 2013, 11:34 permalink

andare a 51 e più all'ora dove il limite è 50 è un piccolo reato che molti commettono in maniera continuativa, tossici e non

|  
  di siracide, 20 Gennaio 2013, 17:34 permalink

scusa Roda, i topi d'appartamento rientrerebbero tra i passibili di pena di morte? Se sì, ti nomino portavoce ufficiale per far aggiungere un punto al programma di FPFID 

|  
  di sgorbio, 20 Gennaio 2013, 20:56 permalink

se fossero stati topi Zorro e Furia avrebbero saputo cosa fare!!!!!! Queste sono merde d'appartamento!!!!!!

|  
  di elmoro, 17 Gennaio 2013, 16:19 permalink

Sono tutte domande che richiedono un po' di tempo, vado leggermente veloce perche' dopo ho due lezioni da fare. In generale direi che va bene la risposta di Dalle: il nostro programma ha una filosofia di fondo  (1) il sistema politico e' corrotto ed inefficiente (2)  se non agiamo ora sul debito ci troviamo nella situazione greca, e per fortuna c'e' ancora tempo per agire. Non occorre essere liberisti per capire che le banche non devono essere controllate dalla politica. Le banche in mano ai politici fanno favori ad imprenditori corrotti, piuttosto che prestare a quelli efficienti e con una strategia economica valida. 

Ma nello specifico:

6. 7. Sui punti sollevati da Dino dovrebbe uscire tra breve un documento dettagliato; se interessa ve lo mando per mail, deve solo essere "approvato" dalla agenzia pubblicitaria che ci segue ma vi mando quello preliminare se siete impazienti

1. L'evasione piccola e grande va combattuta per due motivi: per motivi di equita/giustizia, cioe' per motivi per cosi' dire "etici", e perche' distorce il mercato a favore non del produttore/commerciante/professionista piu' efficiente ma a favore di quello piu' disposto a rischiare (cose che non necessariamente collimano). L'evasione esiste perche' conviene, e conviene per due motivi: (1) la probabilita' di essere presi e' troppo bassa, o le pene sono troppo basse (2) il guadagno e' troppo alto (le tasse sono troppo alte). Il programma di FARE x FID interviene su entrambi i fronti, sia intervenendo sulla giustizia in generale, sia diminuendo le tasse, e cioe' rendendo meno conveniente "investire in evasione". Sulla questione grandi vs piccoli evasori, direi che occorre intervenire su entrambi: se vai ad acchiappare solo i grandi va a finire che rendi piu'conveniente evadere ai piccoli, e viceversa. Sono aspetti di politica giudiziaria che aspettano alla guardia di finanza. Anche in questo caso, la GDF deve vedere la lotta all'evasione come un investimento. Dove rende di piu' il tempo speso dei finanzieri? Questo non significa che tutto il tempo vada speso per acchiappare i pesci grossi, per i motivi detti sopra. 

C'e' anche un altro aspetto da tenere presente: la cosiddetta "lotta all'evasione" e' sempre stata presa da tutti i governi come un "modo per fare cassa", per evitare una manovrina, pareggiare il bilancio. Questo atteggiamento e' assurdo e dannoso. Le tasse sono alte perche' si evade molto. I fondi che si recuperano dalla lotta all'evasione vanno restituiti a chi le tasse le ha pagate. Credete che non sia possibile? Il primo anno mio in Minnesota, il governo statale ha ottenuto un avanzo di bilancio. Jessie "the body" ventura ha improntato la campagna elettorale per il posto da governatore sulla restituzione dell'avanzo ai cittadini. L'anno dopo ci e' arrivato a casa un assegno da 5-600 dollari. Per quanto simbolica, anche una misura come questa servirebbe a rendere l'evasione meno conveniente.

Suggerisco, infine questo ottimo post di Sandro Brusco, sempre molto chiaro, sul tema. 

2. Gli interessi sui capitali investiti all'estero vanno tassati tanto quanto gli interessi sui capitali investiti internamente. Si tassano come si fa qui negli usa: si chiede una dichiarazione dei conti posseduti all'estero, e si punisce severamente chi viene scoperto mentire. 

Personalmente non credo si debba far rientrare alcun capitale. Se hai risparmiato 2000 euro e vuoi investirli in Germania sono affari tuoi. Piuttosto, occorre incentivare investimenti stranieri in Italia, e questo si fa tassando di meno chi vuole investire in Italia, stranieri o italiani che siano. Non ho ancora visto la proposta dettagliata sulla riforma della tassazione, ma in Italia c'e' il vizio di voler tassare troppo chi lavora e produce. La tassazione sull'impresa e' un modo surrettizio di tassare i ricchi. Pero' ci sono imprese gestite da persone che tanto ricche non sono. Tre extracomunitarie che si associano per fare le lavascale sono un'impresa. Se si vuole tassare i ricchi, che si tassino i ricchi, non le imprese. 

3. Non c'e' una proposta di legge elettorale. Posso dirti come la penso io, ma non credo ci sia una posizione del partito. 

4. Non ne ho idea sinceramente. Mi sembrano questioni sulle quali si monta un casino che distoglie da cose ben piu' importanti. Investimenti infrastrutturali vanno fatti ovviamente. L'alta velocita' andrebbe fatta per i treni locali (non solo per collegare milano a roma), buttando a mare quelle orrende tradotte che i pendolari sono costretti a prendere. Per vedere cosa succede nei paesi decenti, leggere uno dei piu' belli articoli mai pubblicati su nfa, "viaggio in giappone" di boldrin

5. Anche in questo caso, se si va a vedere qualche dato si scoprono cose interessanti. Rimando al documento sulla spesa di cui parlavo sopra che mostra alcuni dettagli, ma in sostanza: nessuna rivoluzione. La sanita' resta quella che e'. In Italia il problema sanitario nasce da enormi disparita' regionali. Paradossalmente, o forse no, dove si spende di piu' la sanita' e' anche peggiore. Occorre trovare il modo di esportare le pratiche delle regioni virtuose alle regioni meno virtuose, punendo amministratori inefficienti e corrotti. 

6. Sanita', Scuola e Ambiente sono le tre categorie per cui non si prevede diminuzione della spesa nel piano generale di riduzione della spesa di 6 punti di PIL in 5 anni. 

|  
  di elmoro, 18 Gennaio 2013, 23:37 permalink
|