Natural Weight Loss Guide should become your way. Most Healthy Food can help you make positive food and nutrition choices. Anti-aging diet based on recommendations from leading health experts. Canon Digital Photo Professional Professional Photography Tips women's health encyclopedia Canon Hacker's Development Kit Photographer's Guide Canon DSLR
Benvenuto!
Connessione Salva password

Nuova registrazione Password dimenticata?

40enn-Buf-NY-marathon Attivita' Ludico-Sportive
di siracide, 30 Dicembre 2009 stampa
Qualche timida adesione c'era stata... affrontiamo quindi l'argomento della Maratona dei 40enni buferiani.

Preparazione fisica

A "New York" mancano ancora molti mesi e c'è tutto il tempo per prepararsi adeguatamente.
Il primo obiettivo da raggiungere, specie per quelli un po' a digiuno di attività fisica, è quello della forza muscolare e dell'autonomia di corsa. Questo ci permetterà, dopo, di fare degli allenamenti specifici.

Forza muscolare
Ci serve per sostenere gli allenamenti: si tratta sostanzialmente di richiamare un po' di forza con della ginnastica generale che comprenda tutti i distretti muscolari, braccia, gambe, glutei, addominali, dorsali. Piegamenti, flessioni, trazioni, spinte. Meglio se si aggiunge anche un po' di stretching e di mobilità articolare. (Se volete ogni martedì ore 19.30 o venerdì ore 19.00 presso la palestra parrocchiale di Bertesinella io, Roda, Sgorbio e altri facciamo un po' di queste cose).

Autonomia di corsa
Apparentemente semplice: basta correre. Si inizia però con brevi percorsi (ad es. i km. 4,2 del giro Strada San Benedetto, via Quintarello/Franco, Bertesina, Strada Bertesinella); le fasi:
  1. si corre e a tratti si cammina
  2. si riducono i tratti di camminata
  3. quando si riesce a correre di seguito per l'intero percorso, si aumenta la distanza
  4. si torna ad accorciare la distanza aumentando però la velocità
  5. con la nuova velocità si torna ad aumentare la distanza...


Programma viaggio

Eccovi una descrizione dei programmi indicativi che solitamente vengono offerti da Terramia, la maggiore agenzia specializzata in "viaggi sportivi" (già provata da me e Ghiotto in occasione della Vasaloppet 2006).
Diciamo subito che il faidate assoluto è quasi impossibile: infatti per ottenere un pettorale di partecipazione alla maratona come singolo-umile-privato-semplice individuo si deve fare richiesta e partecipare ad una estrazione di assegnazione da cui solo Gastone De' Paperoni uscirebbe vincente.
Ci si deve quindi appoggiare ad una agenzia che offra la partecipazione alla maratona acquistando solo il volo, solo il soggiorno, entrambi o pacchetti vari.

E' naturale che chi non va negli USA periodicamente ogni altro mese, vorrà anche fare un minimo di turismo oltre alla "semplice" maratona.
Come atleta/allenatore, consiglierei però di riservarsi tempo per le visite turistiche dopo la gara, per non doversi pentire di aver camminato per ore il giorno prima e poi soffrire in gara finendola nel peggiore dei modi.

Terramia fa due prime distinzioni:
NEW YORK CITY (solo New York) oppure NEW YORK PLUS (New York + altre mete americane)

La prima categoria propone per tutti (podisti e accompagnatori):
  • NY Classic in varie forme/durata - è la formula base, organizzata con volo, soggiorno, trasferimenti e assistenza
  • NY Deluxe - completamente organizzato (7 giorni, con maratona al 5° giorno) comprensivo di visita della Città di una intera giornata (3 giorni prima della maratona... bastano per non stancarsi troppo?), cena in tipica Steak House (2 giorni prima della gara!?) e due biglietti d'entrata x Empire State Building e Metropolitan Museum of Art (anche questi da fare prima della gara, il lunedì c'è solo mezza guiornata a disposizione).
  • NY Liberty con volo in varie forme/durata - volo e soggiorno in hotel o appartamenti, il resto è libero
  • NY Liberty senza volo in varie forme/durata - solo soggiorno in hotel o appartamenti, il resto è libero (anche il volo)
  • NY VOLO - la formula più libera - solo il volo, il resto è libero (anche il soggiorno)

In ogni caso, tutte le formule (anche la più libera) comprendono, per gli iscritti alla gara, l'assistenza e i trasferimenti per la gara.


La seconda categoria NEW YORK PLUS propone formule abbastanza fisse formate dal pacchetto NY Classic + altre mete:

Moro ci potrebbe dare delle indicazioni utili per fare la scelta ottimale (io già ne scarterei alcune).

Saranno poi da valutare le condizioni speciali, le offerte per famiglie e i vantaggi offerti ai gruppi di almeno 9 persone (tra corridori e accompagnatori)

15 commenti
Per commentare devi registrarti e connetterti

Nota: i commenti sono di proprieta' degli autori, che ne sono responsabili.

  di dalle, 30 Dicembre 2009, 12:02 permalink

a gennaio quando cominciate in palestra ? il 12 ?

|  
  di siracide, 30 Dicembre 2009, 12:31 permalink

ricominciamo venerdì 8 gennaio ore 19.00

|  
  di elmoro, 30 Dicembre 2009, 16:48 permalink

Un hotel decente a manhattan, diciamo uno che non abbia topi, costa minimo minimo $150 a notte (a camera, non a persona; di solito ci si sta tranquillamente in due), meglio se $200. Questo in periodo regolare, se l'afflusso di gente per la maratona e' eccezionale, si va tranquillamente sui $300 (ma non so se la maratona sia uno di questi giorni speciali). Esistono alternative piu' abbordabili fuori manhattan, diciamo a distanza di metropolitana/path, posso chiedere. Di solito pero' questi pacchetti consentono di risparmiare molto sugli hotel, quindi io fossi in voi investigherei su una soluzione volo+hotel. Volendo ci si puo' arrangiare, si possono affittare appartamenti, ma bisogna investigare e conoscere. Piu' che risparmiare direi che si riesce magari a stare in zone piu' interessanti. 

Quanto ai pacchetti con viaggio:

- 2 giorni a niagara sono uno spreco, 1 e' + che sufficiente a far venir voglia di non vedere piu' acqua e docce per almeno una settimana. Un giorno le cascate lo meritano, ma non di piu. Infatti la gita prevede un giorno a Toronto. Dicono che sia bella, ma il concetto di "bello" per una citta' nordamericana e' molto relativo. Insomma non aspettatevi San Gimignano. 

- 3 a Miami: ancora di piu'. C'e' una escursione a key west di un giorno. Sarebbe stato mooolto meglio 3 giorni a key west e nessuna escursione a miami. 

- 3 a S.Francisco: marginalmente piu' interessante dei precedenti ma sicuramente piu' costoso (per gli hotel a s. francisco vale quanto detto per NYC)

Io opterei: compratevi pacchetto di volo+hotel, se c'e', per NYC, ma restate negli usa per almeno 10  giorni. Arrivate 3 giorni prima, tanto il fuso non sara' un problema, anzi, vi facilitera' l'alzataccia del giorno della gara. Poi nei 6+ giorni che rimangono prendete a parte un A/R da NYC (usando l'aeroporto su cui arrivate, JFK o EWR, cosi' al ritorno andate direttamente al volo per l'italia) a Phoenix e fatevi un giro per i parchi del sudovest. Li' c'e' l'imbarazzo della scelta su cosa visitare. Ci sono stato diverse volte e posso consigliarvi. 

Un biglietto per Phoenix costera' sui $250-300. Notti in motel fuori dai grossi centri abitati sui $90-100. Noleggio auto sui $250 la settimana. 

|  
  di sgorbio, 30 Dicembre 2009, 17:15 permalink

e come prova generale si va a fare quella di Praga?

io rinuncio al convegno origami-españa

|  
  di Roda, 18 Gennaio 2010, 09:44 permalink

Ieri, domenica 17/1, a Vigardolo era stata organizzata una corsa campestre x tesserati FIDAL e CSI. Dato che il buon Roda, in quanto a tessere, non è secondo a nessuno, aveva facoltà di parteciparvi. Il mio trainer, Siro, mi fa : "Roda, siccome è la campestre organizzata dalla nostra società, Le Risorgvie, non sarebbe male che venissi anche tu, così ne approfitti x allenarti. Potresti fare la gara dei 5 km, sono 5 giri da 1 km tutti pianeggianti".

Io, un po' preoccupato dalle mie condizioni di forma e dal livello degli altri concorrenti, ribatto : "Non è che vengo lì e faccio una figuraccia ? Non vorrei arrivare dopo la musica, sbeffeggiato da avversari e pubblico".

Siro : "Tranquillo Roda, c'è gente forte ma anche al tuo livello (leggasi : scarsa. n.d.r.). La tua corsa è alle 10,50, ma ti conviene arrivare prima così fai un bel riscaldamento".

Roda : "Ok. Sai cosa ? Siccome c'è la marcia FIASP a Monticello, quasi quasi parto presto, faccio il percorso breve di quella (6 km) come riscaldamento, e poi vengo a Vigardolo, dato che è vicino".

E così fu. Arrivato, vedo un bel po' di gente, essendo la gara aperta a diverse categorie. Il trainer partecipa alla sua gara, di 1 km circa, ottenendo un brillante sesto posto. Al termine, viene da me e cominciamo a studiare le tattiche di gara, facendo un giretto sul percorso.

Siro : "Vedi, qua ti conviene prendere la curva larga, altrimenti scivoli; qui più stretta; qui puoi accelerare".

Roda : "........"

Verso l'ora X, mi infilo maglietta societaria e pettorale, e mia avvio verso la partenza. Teniamo presente che, prima del via di ogni gara, si attende la fine della gara precedente. Annotate questo punto.

Mentre sono ai nastri di partenza, vedo intorno a me un sacco di gente che ho visto correre a marce, Parco Querini, ecc. e che ho sempre visto tirare come dei fulmini. Comincio a preoccuparmi ed elabor un piano : siccome nella marcia mattutina a Monticello ho risentito dei soliti dolori al polpaccio, quasi quasi faccio una sparata di 100 m. davanti a tutti, poi mi getto a terra dolorante e mi ritiro urlante e applaudito dal pubblico, ignaro della mia sceneggiata. Il trainer, subodorando qualcosa :

Siro : "Roda, non preoccuparti : c'è gente forte, ma tu individua un gruppetto, vai con loro tranquillo e poi acceleri nell'ultimo giro".

Roda : "Individuati !".

Risultato : iscritti n. 57. Risultato del Roda : cinquantasettesimo (in altri termini, ultimo) e doppiato (sic) da una buona metà dei partecipanti (se non avete capito, su 5 giri ne ho beccato uno e mezzo di distacco dai primi).

Note a margine : ricordate che avevo detto che la gara successiva partiva solo al termine della precedente ? Bene, nel mio caso la gara dopo è stata avviata prima che finissi io (probabilmente perchè altrimenti i concorrenti rischiavano l'assideramente) ed ho corso il serio rischio di essere doppiato anche dai corridori della gara dopo.

Ricordate la curva da prendere larga ? Bene, unico concorrente caduto su quella curva : Marco Rodella (tra l'altro, la curva costeggiava pericolosamente un rigagnolo, ed ho corso il rischio di finire nel fossato; fosse successo, avrei scelto la morte x annegamento piuttosto che tornare a galla tra le risate del pubblico).

Ricordate "Qui puoi accelerare ?" : superato in tromba dall'ultimo, che avevo disperatamente cercato di tenere a debita distanza.

Diciamo che sono pronto per affrontare la Maratona .....

P.S. Mi sono però tolto 2 soddisfazioni

a) 100 metri dopo la partenza, classica domanda "Quanto manca ?"

b) verso l'arrivo, c'erano dei giudici che contavano i giri. Poco prima, uno col n. 124 mi doppia. Io avevo il 247. Il giudice : "124 manca 1 giro; 247 2 giri". Roda : "Varda che mi so drio doppiarlo a queo lì". Attimo di smarrimento del giudice, che chiede al collega "Ma cosa dixeo queo lì" ......

 

 

|  
  di sgorbio, 18 Gennaio 2010, 12:18 permalink

pensa alla maratona!

Questa sera ci si iscrive!

 

|  
  di berna, 18 Gennaio 2010, 13:47 permalink

Strepitoso! Mentre la stavo leggendo ho iniziato a ridere, nel mentre è entrato nel mio ufficio il direttore generale dell'ulss 4! Orbene l'ho salutato in maniere distratta e sghignazzando ho continuato a leggere il racconto senza ascoltare quello che mi stava dicendo (e di leggerissima importanza: convenzione triennale del centro). Alla fine ho iniziato a lacrimare dalle risate e non ho potuto che fargliela leggere! Suo commento: potremmo fare un saga di libri e poi film stile fantozzi....Laughing

|  
  di siracide, 18 Gennaio 2010, 14:30 permalink

Oddio, devo dire che è tutto vero, ma Roda l'ha un po' romanzata... dal vivo non faceva così ridere e non sembrava così tragicomica... è lui che dopo metabolizza e la rende tale... Tongue out

|  
  di Massa, 18 Gennaio 2010, 20:45 permalink

Roda se ti serve qualcuno che arrivi dopo di te... chiamami.

|  
  di Roda, 19 Gennaio 2010, 09:25 permalink

Al secondo giro sembravo Antibo ai mondiali di Tokyo, quando in preda al "Piccolo Male" correva a zonzo per la pista ...

Cmq, non fosse stato x Siro (grazie al quale ho concluso 3 maratone e la stessa gara di domenica, lo ribadisco con forza) mi sarei fermato presto. Si è messo lungo il percorso a sostenermi, quando poteva benissimo andarsene a casa con la sua famiglia. E' stato bello quando mi fa : "Dai Roda, che in questo giro hai recuperato su quello davanti".

Roda : "......"

Al termine della gara :

Siro : "Comunque negli ultimi giri stavi recuperando su quello giallo davanti".

Roda : "Ma quanto recuperavo ?"

Siro : "1 secondo a giro"

Considerando che 1 giro = 1 km  e che avevo circa mezzo minuto di distacco, in mezza giornata sarei riuscito a raggiungerlo. Senza contare che quello dietro di me mi ha fumato 20 secondi in 300 metri. Laughing

|  
  di siracide, 19 Gennaio 2010, 09:31 permalink

No, non era 1 secondo a giro, era 1 secondo ad ogni intermedio che prendevo non proprio regolarmente, ma all'incirca ogni 300 metri.

|  
  di Kabubi, 19 Gennaio 2010, 00:17 permalink

Se vuoi vengo io tra un paio di settimane in stampelle, così almeno qualcuno lo batti....

|  
  di sgorbio, 19 Gennaio 2010, 08:46 permalink

che fortuna... nell'articolo sulla gara apparso sul giornale di oggi riportano solo i primi arrivati!!!!

|  
  di siracide, 19 Gennaio 2010, 09:14 permalink

Lasciate in pace il mio pupillo

|  
  di D@niele, 19 Gennaio 2010, 09:23 permalink

che fortuna... nell'articolo sulla gara apparso sul giornale di oggi riportano solo i primi arrivati!!!!

per forza... quando è arrivato Roda avevano già chiuso l'edizione.

|