Natural Weight Loss Guide should become your way. Most Healthy Food can help you make positive food and nutrition choices. Anti-aging diet based on recommendations from leading health experts. Canon Digital Photo Professional Professional Photography Tips women's health encyclopedia Canon Hacker's Development Kit Photographer's Guide Canon DSLR
Benvenuto!
Connessione Salva password

Nuova registrazione Password dimenticata?

Non se ne può più Commenti
di Roda,  7 Settembre 2009 stampa
Stamane ho inviato questa lettera al Giornale di Vicenza; non so se la pubblicheranno ma, se anche lo faranno, cambierà ben poco.

Vorrei però discutere con voi sul senso di certi "festeggiamenti" ....

Gentile direttore,

noto con sempre maggiore fastidio ed insofferenza che negli ultimi anni, per festeggiare un evento od una ricorrenza, si va sempre più ad intaccare il decoro urbano o, quantomeno, si sconfina nella maleducazione.

Premetto : ho 40 anni, non mi ritengo un vecchio bacchettone, anzi; anch'io, se c'è da scherzare o festeggiare, non mi sono mai tirato indietro e non lo faccio tuttora. Però mi chiedo :

perché, per festeggiare la fine dell'anno scolastico, è necessario organizzare battaglie di gavettoni che, inevitabilmente, coinvolgono malcapitati passanti del tutto estranei ai "festeggiamenti" ?

perché, per declamare il proprio amore all'amata/o di turno, invece di una bella lettera o di un mazzo di fiori, bisogna per forza imbrattare muri con frasi idiote ricalcate dagli altrettanto idioti libri di Federico Moccia ? Oppure, sempre prendendo spunto dal suddetto, perché riempire i lampioni di centinaia di lucchetti ?

dove sta scritto che, a Carnevale, bisogna per forza battagliare a schiuma da barba, uova e farina, riducendo strade e piazze a veri e propri porcili ?

ma, soprattutto, perché ogni matrimonio dev'essere celebrato con decine di fogli appesi su mura, semafori, lampioni, rotatorie, segnali stradali ? E con scritte, sempre le solite, banali, spesso volgari, su strade, vie, mura ? Scritte e fogli che quasi nessuno degli autori va mai a ripulire, tanto ci sarà sempre qualche "fesso" che si occuperà di farlo o, in sua mancanza, vento e pioggia se ne occuperanno.

Credo che anche questi casi, all'apparenza banali, denotino un abbassamento del senso civico sempre più dilagante. Da parte mia, suggerirei alle varie amministrazioni comunali di emettere delle ordinanze tese a limitare questi "festeggiamenti", magari obbligando gli autori a risarcire le spese sostenute per ripulire strade e mura oppure, nell'impossibilità di farlo, rivalersi sui festeggiati (es. gli sposi ) : chissà che siano loro stessi a chiedere agli amici di evitare queste "prodezze"

Cordiali saluti.

 

 

26 commenti
Per commentare devi registrarti e connetterti

Nota: i commenti sono di proprieta' degli autori, che ne sono responsabili.

  di iangugu, 07 Settembre 2009, 10:14 permalink

Ci sono dei regolamenti che lo vietano ma non vegono applicati..................basterabbe applicarli.

Come molti problemi che esisto qui da noi...................forse e più semplice fare una multa x divieto di sosta o andare a caccia di chi si ferma dalle zoccole?

questa e civiltà?

|  
  di berna, 07 Settembre 2009, 10:47 permalink

Come dice il buon Ian i regolamenti esistono e a volte, quando la notizia è di moda, puniscono gli sposi o i neo laureati!

Quanto al tuo dubbi se la pubblicheranno o meno, la risposta è NO! A meno che non cambiano "il fesso di turno" e "gli idioti libri di Morcia".

this is Italy

|  
  di sgorbio, 07 Settembre 2009, 11:18 permalink

pienamente d'accordo!

comunque io darei multe non solo a chi posteggia in divieto di sosta ma anche a chi va contromano in bici, ai pedoni che passeggiano sulle piste ciclabili, ai ciclisti che non usano le piste ciclabili quando ci sono, a tutti quelli che in qualche modo fanno infrazioni...

anche il posteggiare è regolamentato e se si rispettassero i regolamenti non ci sarebbero le multe

|  
  di D@niele, 07 Settembre 2009, 11:23 permalink

Roda; secondo me la lettera te la pubblicano. Tu però sei un vecchio bacchettone! Wink
Saresti stato più credibile se avessi scritto la lettera una quindicina di anni fa, quando tu (forse) queste cose le facevi senza preoccuparti troppo, oppure le facevano i tuoi amici e tu, a loro non dicevi nulla.

Ad ogni modo per me vale il solito discorso: si può festeggiare tutto, anche facendosi i gavettoni o con schiuma o con cartelli e quant'altro, usando un po' di testa e senso della misura (oltre che senso civico). Il problema è che a molti tutto questo manca.

 

|  
  di Roda, 07 Settembre 2009, 11:30 permalink

Caro Scara, hai fatto bene ad aggiungere il (forse) : a carnevale non ho mai imbrattato nessuno con la schiuma, non ho mai scritto nulla x terra agli sposi, non ho mai fatto gavettoni nè alla fine dell'anno scolastico nè a ferragosto, altra moda del cazzo; e, sinceramente, credo, in vita mia, di essermi divertito lo stesso.

Per Sonia : solo sull'utilizzo delle piste ciclabili. Sarei d'accordo con te (multare chi non le usa) se effettivamente le piste fossero percorribili, o se fossero più sicure della sede stradale.

Ti faccio un esempio : spesso, io, tuo fratello, il Pres, Scalchi ecc. andiamo a farci qualche giro in bici da corsa, e spesso utilizziamo la ciclabile della Riviera Berica : ebbene, tra buche, asfalto irregolare, passi carrabili ecc. è più pericolosa dell strada. Per non parlare poi della ciclabile (?) dei Ferrovieri/Sant'Agostino, che sembra sia stata percorsa da un'autocolonna di carri blindati.

 

|  
  di sgorbio, 07 Settembre 2009, 12:15 permalink

anche questo è vero

|  
  di ziolate, 07 Settembre 2009, 13:51 permalink

sono pienamente d'accordo, a metà con roda.

d'accordo sui vari festeggiamenti,chi sporca dovrebbe pulire cosi poi non sporcherà più .però non ricordo una ripulitura del vecchio bacchettone quando tirava farina e uova marce addosso a scara appeso come un salame,o i palloncini d'acqua alla via crucis di lerin.

|  
  di Roda, 07 Settembre 2009, 14:01 permalink

Caro Robi : i gavettoni d'acqua a LLerin non erano ripulibili, in quanto d'acqua, appunto. Se leggi la lettera, il fastidio dei gavettoni è che vengono fatti anche contro gente che non c'entra nulla. Non ricordo, alla Via Crucis di LLerin, di avere innaffiato qualche incolpevole passante.

Lo stesso si può dire per Scara : zona isolata, materiale biodegradabile (uova e farina), nessun estraneo fatto oggetto di lanci.

Ora, io non voglio dire che in vita mia non ho mai fatto nulla del genere (anche se non lo ricordo), sta di fatto che oramai le occasioni x sporcare, imbrattare, ecc. sono aumentate a dismisura, così come la maleducazione di chi fa certe cose.

|  
  di D@niele, 07 Settembre 2009, 14:25 permalink

Sì, ma allora lo stesso trattamento si dovrebbe avere per i botti di fine anno che sporcano tanto quanto e inquinano acusticamente chi non è "interessato".
Ripeto: per me il confine dovrebbe essere segnato, come di consueto, non tanto da delle leggi (ce ne sono già millanta, per cose più serie, che non vengono rispettate...) quanto dal buon senso delle persone.

|  
  di sgorbio, 07 Settembre 2009, 14:29 permalink

e visto che il buon senso non c'è.....?

 

|  
  di D@niele, 07 Settembre 2009, 14:46 permalink

Si prova ad insegnarlo.
Anche perché: supponiamo che si sposino x e y, e che a me x e y stiano sulle palle. Cosa fare di meglio che imbrattare il paese con fogli e scritte che inneggiano al loro matrimonio in modo che poi si becchino anche una bella multa?

L'unica sarebbe punire se uno viene beccato in flagrante, ma credo che a tal proposito esistano già delle leggi (almeno per le scritte sulla strada...) e lo stesso vale per i gavettoni ai passanti o per la schiuma addosso alle persone a carnevale. Alla fine sono più che altro dei "fastidi" a cui ci si può abituare (come fanno in molti) o come no (come fa Roda). Per me, per esempio, è altrettanto disdicevole pestare una merda di cane, lasciata lì dal padrone volutamente "dimentico" delle deiezioni del suo Fido.

Alla fine si riduce tutto al senso civico che manca e che va insegnato. Mi pare che da questo punto di vista si faccia troppo poco, però rispetto ad anni or sono mi sembra le cose (di poco) ma siano un po' migliorate.

|  
  di sgorbio, 07 Settembre 2009, 14:55 permalink

sei un utopista!

|  
  di D@niele, 07 Settembre 2009, 14:59 permalink

Lo so. E' il mio peggior difetto.

|  
  di Roda, 07 Settembre 2009, 15:02 permalink

Come spesso ti accade, Scara, cadi nel "benaltrismo" : ti ho per caso detto che è giusto lasciare le merde di cane x strada ? No. Forse pensi che io, in quanto amante degli animali, tolleri questo malvezzo ? No. Anzi, se ti può interessare, io farei raccogliere le merde dei cani ai loro padroni, ma direttamente con le mani : forse la prossima volta se ne ricorderanno.

Poi fai l'esempio di Capodanno : esempio non proprio calzante, a mio avviso. Si sa, per consuetudine, che certe ricorrenze si festeggiano in certi modi (Capodanno, la vittoria dell'Italia ai Mondiali, ecc.). Personalmente, non sono d'accordo, ma tant'è. Da quanto è che si festeggiano i matrimoni scrivendo cagate x terra ? Non molti anni, mi pare. Da quanto è obbligatorio impanare di crema e uova a Carnevale ? Da quanto bisogna alluvionare chiunque alla fine dell'anno scolastico ? Tu dici : "certi festeggiamenti danno fastidio a qualcuno (come a Roda)"; rispondimi un attimo : tu cammini in centro, arriva un coglioncello diciottenne vestito da idiota con i capelli alla Tokyo Hotel e le mutande di fuori e ti lancia addosso un ettolitro d'acqua festeggiando il suo 36 rubato (c'è ancora il 36 ?) : cosa gli fai ? Lo ringrazi, perchè tu non sei un vecchio bacchettone, cerchi di insegnargli che certe cose non si fanno oppure entri al primo Brico Center che trovi, comperi una morsa e gli schiacci la testa ?

Comunque, sul fatto di insegnare il rispetto son d'accordo : tra qualche anno, quando tuo figlio/a molto probabilmente mi avrà fatto un gavettone alla fine della sua maturità di dirò com'è andato l'insegnamento.

|  
  di D@niele, 07 Settembre 2009, 16:23 permalink

I miei erano solo degli esempi per far capire che sono molti i malvezzi degli "altri" che ci possono dare fastidio: d'altra parte potrei risponderti che anche il Carnevale capita una volta all'anno e lo stesso dicasi per quanto riguarda la fine dell'anno scoltastico. Potrei aggiungere che per evitare il gavettonaggio, basterebbe magari chiudere per un paio di giorni le fontanelle del centro, o mettere dei vigili a piantonare il centro in occasione dei giorni del Carnevale per dissuadre i lanciatori di schiuma da barba (che secondo me comunque servirebbe a poco). Potrei anche aggiungere che mi sento più di "perdonare" una bravata fatta per un'occasione particolare (d'altra parte il motto "ogni scherzo vale" non lo mica inventato io...) che una maleducazione reiterata che non ha altra giustificazione se non la mancanza appunto di educazione civica da parte di chi la fa.

In conclusione, caro Roda, posso darti ragione sul fatto che siano episodi che possono dare fastidio, ma mi sembra che tu abbia chiesto di discutere con noi della cosa e io questo sto facendo... Per me partendo dal presupposto che l'educazione civica SI PUO' insegnare a tutti i livelli (famiglia e scuola), penso che per certe occasioni, fintanto che non si sconfina nel vandalismo, si possa anche chiudere un occhio.

Per quanto riguarda il gavettone che i miei figli potrebbero farti, stai all'occhio che potrebbe arrivare anche prima della fine della maturità. Magari su commissione del padre. Laughing

|  
  di sgorbio, 07 Settembre 2009, 16:30 permalink

fontane rotte, statue imbrattate, i muri idem, vestiti da portare al lavasecco... non è già vandalismo???

 

|  
  di D@niele, 07 Settembre 2009, 16:47 permalink

fontane rotte, statue imbrattate, i muri idem, vestiti da portare al lavasecco... non è già vandalismo???

Certo che sì; ma, se non vado errato, esistono già leggi in materia.
A meno che non si voglia emanare qualche legge speciale che preveda la fucilazione del reo sul luogo del misfatto...

|  
  di sgorbio, 07 Settembre 2009, 16:54 permalink

il problema è che ogni anno siamo da capo nonostante le leggi ci siano!

e allora applichiamole!

|  
  di Roda, 07 Settembre 2009, 16:59 permalink

A meno che non si voglia emanare qualche legge speciale che preveda la fucilazione del reo sul luogo del misfatto

Appunto : dove sarebbe il problema ?

|  
  di D@niele, 07 Settembre 2009, 17:05 permalink

che poi il sangue schizza e sporca dappertutto. E siamo al punto di prima.

|  
  di D@niele, 07 Settembre 2009, 16:26 permalink

...però non ricordo una ripulitura del vecchio bacchettone quando tirava farina e uova marce addosso a scara appeso come un salame

Piccola correzione: le uova non erano marce ma freschissime, e di una durezza non trascurabile.

|  
  di Kabubi, 08 Settembre 2009, 00:16 permalink

Concordo con le idee di Daniele, seppure con molto meno ottimismo sui "miglioramenti" negli ultimi anni. Ricordo scuole allagate e stazioni ferroviarie distrutte, con colpevoli individuati (rigorosamente minorenni) e con i loro genitori a commentare "è stata solo una bravata". Non mi risulta che né la bravata "scolastica" né quella "ferroviaria" siano state risarcite dalle famiglie, ma esclusivamente dalla collettività. Ricordo anche il caso di Acab, che ha imprattato centinaia di muri in città: un quindicenne di Anconetta che, secondo i suoi genitori, ha commesso una "bravata dell'età adolescenziale". Poi ciascuno dei proprietari si è preso in culo il costo della pulitura dei muri. Siccome l'italiano bisogna toccarlo nel portafoglio perché capisca le cose, è decisamente il caso che le famiglie comincino a ripagare i danni. Così, se la goliardia accettabilissima sconfina nel vandalismo, sappiamo chi paga.

E se non lo sappiamo? Beh, per andare abbastanza sul sicuro, rendiamo obbligo che a rotazione settimanale una intera scuola porti i suoi studenti a migliorare il decoro della città: tutti a raccogliere carte nei parchi, o a pulire i muri, a raccogliere merde di cani, a riparare i danneggiamenti, a pulire strade a marciapiedi. Una bella lezione di educazione civica sul campo che non fa mai male.

E un bell'insegnamento alle famiglie, che all'educazione dei propri figli sembra non se ne vogliano occupare. Lo sapete che metà dei punkabbestia che lorda e danneggia campo Marzo (oltre che rompere i coglioni ai passanti, quando non molestarli o farli mordere dai cani) sono figli di liberi professionisti? La figlia del gestore del bar Castello, il figlio dell'avvocato, il figlio del gestore del Cursore, la ragazza alcolizzata i cui genitori la domenica le portano i soldi della settimana....

Juri

p.s. Daniele, quando mandi Emanuele a fare il gavettone a Roda, chiama anche Augusto, che se viene fuori come il padre....

p.s.2 Ricordo il folle divertimento di Roda agli scherzi in centro dell'addio al celibato di Scalchi.....

|  
  di Presidente, 09 Settembre 2009, 11:40 permalink

che dire poi di certi insensati che mettono cartelli del tubo su vari cancelli in giro x vicenza...

|  
  di siracide, 09 Settembre 2009, 11:43 permalink

Vicenza e provincia... sono poi andati a ripulire i cancelli quei loschi figuri?

|  
  di Presidente, 09 Settembre 2009, 11:48 permalink

macchè...io quei cartelli lì glieli farei raccogliere direttamente con le mani ...

|  
  di D@niele, 16 Settembre 2009, 17:01 permalink

Toh, Roda, guarda che mio cugino ti asseconda nei tuoi desideri... http://antoniodallapozza.blogspot.com/2009/09/niente-supermulta-per-gli-studenti-dei.html

|