Natural Weight Loss Guide should become your way. Most Healthy Food can help you make positive food and nutrition choices. Anti-aging diet based on recommendations from leading health experts. Canon Digital Photo Professional Professional Photography Tips women's health encyclopedia Canon Hacker's Development Kit Photographer's Guide Canon DSLR
Benvenuto!
Connessione Salva password

Nuova registrazione Password dimenticata?

L'Italia vista dall'Ecuador Notizie di varia natura
di siracide, 20 Giugno 2009 stampa
Ho la fortuna di avere una cara amica volontaria in Ecuador... ecco cosa ha potuto vedere pubblicato laggiù...

Berlusconi in Ecuador

Di seguito riporto una traduzione della didascalia a fianco della caricatura:

Degno erede dell'imperatore Nerone e del papa Borgia, della dottrina macchiavellica di Cosa Nostra, il padrone dell'Italia vive in un permanente baccanale (festa, orgia legata al dio bacco).
Nessuno reagisce in questo Paese? Beh, dicono che la metá degli italiani lavora per Berlusconi e l'altra metá vorrebbe farlo.
Padrone di mezzi di comunicazione e produzione, "datore di lavoro" di adolescenti e ("empleando" in termini ecuadoriani) senza vergogna (=caretuco), é come dire cinico fino all'osso, il primo ministro dello stivale non chiede favori a Caligola nè al dio Bacco.
L'incredibile è che nessuno dice niente.
Peccato che non ci siano piu partigiani in Italia.

 

1 commento
Per commentare devi registrarti e connetterti

Nota: i commenti sono di proprieta' degli autori, che ne sono responsabili.

  di D@niele, 23 Giugno 2009, 14:10 permalink

È un vecchio cane lupo ma ancora vigoroso e per questo è stato battezzato "Berluscane" dal suo proprietario, Imerio Mariotto di Verona, noto in città per la sua eccentricità. Una circostanza poco gradita da qualche vicino di casa che ha informato della cosa i vigili urbani, ai quali non è rimasto che fare una contravvenzione a Mariotto, proprietario di altri tre cani, di cui uno battezzato "Noemi", perché sul cancello manca il cartello "Attenti al cane". Per la verità il cartello c'è, ma è stato storpiato in "Attenti al Berluscane". La vicenda, di cui riferisce oggi L'Arena, non si è fermata alla sola sanzione di 55,60 euro, perché Mariotto, assistito dal suo legale, l'avvocato Guariente Guarienti, ha deciso di presentare ricorso al giudice di pace, motivando la scelta del cartello e del nome. Nella memoria difensiva, Mariotto sostiene che Berluscane è stato chiamato così per una "vivacità amorosa inversamente proporzionale all'età", ma in realta è un animale tranquillo, che "i cani femmina che si presentassero al cancello, soprattutto se cagnette giovani e ambiziose", potrebbero avvicinare senza timore di avance. Questo perché "a differenza degli esseri umani, sempre teoricamente disponibili, cagne e cagnette, per suscitare interesse, devono essere in calore".

|