Natural Weight Loss Guide should become your way. Most Healthy Food can help you make positive food and nutrition choices. Anti-aging diet based on recommendations from leading health experts. Canon Digital Photo Professional Professional Photography Tips women's health encyclopedia Canon Hacker's Development Kit Photographer's Guide Canon DSLR
Benvenuto!
Connessione Salva password

Nuova registrazione Password dimenticata?

Medagliere Sport
di siracide, 25 Agosto 2008 stampa
Qualche mese fa un paio di economisti francesi (da quel che ne so uno è il più noto economista dello sport europeo) si sono applicati in un complesso modello matematico per prevedere il medagliere conclusivo delle olimpiadi. Il tutto basato non sullo stato di forma o il valore degli atleti, ma sul progresso socio-economico delle nazioni di appartenenza.

PARIGI - L'Italia alle Olimpiadi di Pechino vincerà 32 medaglie, oppure 35: dipende da quale modello di calcolo statistico si dimostrerà più realistico.

Già, perchè, secondo tre economisti francesi, l'abilità degli atleti e la preparazione contano poco o niente: i risultati sono tutta una questione di macroeconomia e sistemi politici.

La tesi di Wladimir e Madeleine Andreff, lui docente di economia alla Sorbona e lei studiosa di matematica, e della ricercatrice specializzata in economia dello sport Sandrine Poupaux, s'ispira a una teoria comparsa negli anni Settanta, che collegava i successi sportivi di un Paese con i suoi tassi di sviluppo.

"Abbiamo ripreso nell'essenziale quella metodologia - spiega Wladimir Andreff - ma cercando di migliorarla, di precisarla. Tenendo conto per esempio del ruolo che può avere il fatto di essere il Paese ospitante, e introducendo altre variabili più tipiche".

Prima fra tutte, il tipo di sistema politico considerato "in un modo un po' diverso dal solito" grazie all'individuazione di "categorie più precise per quanto riguarda i Paesi dell'Est".

Secondo i calcoli così ottenuti, gli ex-Stati a economia pianificata dell'Europa Orientale riuscirebbero a raggiungere risultati soddisfacenti grazie all'eredità dei sistemi precedenti e al parallelo sviluppo capitalistico, mentre i loro vicini ex-sovietici incontrerebbero maggiori difficoltà per colpa di una transizione politica ancora incompleta. Non vanno poi trascurate le variabili culturali.

"Abbiamo introdotto (nel modello) - spiega sempre Wladimir Andreff - anche le differenze culturali tra le grandi regioni del mondo, in cui la pratica sportiva e lo spettacolo sportivo non sono percepite nella stessa maniera. Giusto per fare un esempio, le donne nello sport non hanno lo stesso status in Medio Oriente rispetto alle altre parti del mondo".

A questi fattori sarebbero collegate le frequenti vittorie dei rappresentanti di alcuni Paesi in certe specialità, dai kenioti nel mezzofondo alle bulgare nel sollevamento pesi, e gli insuccessi di altri, come l'India, in cui il grande successo del cricket (sport non olimpico) può allontanare i migliori atleti da altre discipline.

Fin qui il modello base, costruito su statistiche macroeconomiche. Ma il trio di esperti si spinge anche oltre, sviluppando un ulteriore modello di calcolo in cui alla lunga lista di variabili si aggiungono anche fattori "più microeconomici" e individuali. Tra questi, le probabilità che un atleta giunga in finale in una determinata categoria e i risultati del Paese nelle Olimpiadi precedenti, incrociati con dati generazionali e calcoli sul passaggio del tempo. Affidabili o meno, i risultati dei due procedimenti di calcolo saranno di certo poco graditi agli organizzatori di Pechino 2008.

Entrambi i modelli piazzano infatti la Cina al terzo posto del medagliere, con rispettivamente 80 e 74 medaglie, dietro Stati Uniti (106 e 102) e Russia (96 e 117).

Dal canto suo, l'Italia deve sperare che il modello più vicino alla realtà sia il primo, quello esclusivamente macroeconomico, che le assegna 35 medaglie contro le 32 del secondo.

Beh, riassumendo...
secondo loro:
1.USA 106-102
2. Russia 96-117
3. Cina 80-74
4. ...
x. Italia 35-32
In realtà:
1. USA 109
2. Cina 100
3. Russia 72
4. ...
x. Italia 28

La diamo una medaglia a questi studiosi?

4 commenti
Per commentare devi registrarti e connetterti

Nota: i commenti sono di proprieta' degli autori, che ne sono responsabili.

  di D@niele, 25 Agosto 2008, 15:23 permalink
Direi che gli economisti quando fanno previsioni su eventi sportivi hanno qualche problema...
|  
  di Vale, 26 Agosto 2008, 10:07 permalink
Ma no! Ma dai! E' che quando hanno fatto i calcoli non hanno tenuto conto delle variabili socio-politiche della crisi in Georgia e di quelle socio-economiche legate al Tibet! Perchè è ovvio che l'economia è una scienza esatta, basta solo tener conto di tutti i fattori! Tongue out
|  
  di D@niele, 26 Agosto 2008, 15:34 permalink

Secondo me una medaglia dovevano darla anche alla giavellotista paraguayana... che di nome fa... Leryn!!!

|  
  di elmoro, 26 Agosto 2008, 20:42 permalink
Il lap-dancing e' stato proposto come sport olimpico?
|