Natural Weight Loss Guide should become your way. Most Healthy Food can help you make positive food and nutrition choices. Anti-aging diet based on recommendations from leading health experts. Canon Digital Photo Professional Professional Photography Tips women's health encyclopedia Canon Hacker's Development Kit Photographer's Guide Canon DSLR
Benvenuto!
Connessione Salva password

Nuova registrazione Password dimenticata?

ADESSO BASTA !! Notizie di varia natura
di Roda,  2 Novembre 2007 stampa
Dopo il fatto di Roma, cosa bisogna aspettare ancora ?

ORA BASTA !!

Datemi un valido motivo, ma valido, per non appiccare il fuoco a tutti i campi nomadi. Non prima, beninteso, di aver fatto uscire i cani ed i gatti, unici esseri viventi che non c'entrano nulla con quelle m...e che li abitano.

Razzista ?? Benissimo : SI.
Ma ne ho i cògliòni pieni di discorsi del càzzo dei soliti buonisti che vengono qui a dirmi : eh, ma non son tutti così, hanno fame, vivono male, ecc.

Non son tutti così ? Può darsi, ma tutti quelli che fanno così sono loro, e che siano loro a farli rigar dritti, allora.

Hanno fame ? Uno che ha fame entra in supermercato e cerca di rubare della pasta, non picchia selvaggiamente delle persone fino ad ammazzarle, porca di quella tròia.

Ultima cosa, e chiudo : quella testa di càzzo di Veltroni ora fa tanto il duro. Invece di fare delle feste del cinema, auditorium ecc. non può far 2 passi nella sua città, che tanto bene conosce, per accorgersi che è piena di campi abusivi ?

E perchè ora si prendono decisioni di corsa, con tanto can-can mediatico, quando non più tardi di 2 mesi fa in provincia di Treviso è successa una cosa analoga se non peggiore ? E non è la prima volta in Veneto che succede. Ora, i morti di Roma "pesano" di più di quelli di Treviso ? O quando protestiamo noi siamo solo una banda di rozzi leghisti razzisti del càzzo ?

25 commenti
Per commentare devi registrarti e connetterti

Nota: i commenti sono di proprieta' degli autori, che ne sono responsabili.

  di elmoro, 03 Novembre 2007, 05:29 permalink
Mah lo stanno facendo, metaforicamente parlando. Il problema e' che provvedimenti del genere vengono presi solo sotto la pressione dell'emergenza: nessuna pianificazione, nessun controllo, nessuna visione di lungo periodo.
|  
  di @ngel, 03 Novembre 2007, 11:01 permalink

non è questione di essere razzisti o meno..  è questione di AGIRE.. bisogna smantellare tutto, dalle moschee ai ghetti, dai campi nomadi alle case abusive.. siamo noi che dobbiamo comandare qui NON LORO...

se essere razzisti significa non rispettare loro, allora IO SONO RAZZISTA..

visto che pure loro non rispettano me....cavolo se vieni nel mio Paese DEVI SEGUIRE LE REGOLE!!! io potrei fare la stessa cosa nel loro Paese???? MAI

bisogna prendere un lanciafiammme e fare piazza pulita... e DESTRA e SINISTRA.. tutti uguali sti figli di buona donna..

scusate lo sfogo.. 

|  
  di Giogio, 03 Novembre 2007, 15:45 permalink
BISOGNA FAR RISPETTARE LE LEGGI, APPLICARLE E DARE CERTEZZA DELLE PENE. Le condizioni di vita da "baracca" sta gente la vive ovunque, anche a casa loro vivrebbero così. Ma perchè vengono da noi? Perchè in Italia c'è la più grande comunità di Rom?...perchè da noi si ruba, si stupra, si ammazza e mal che vada ti fai un paio d'anni. Perchè poi c'è la riduzione di pena, l'indulto, gli arresti domiciliari...Tutti nel paese dei balocchi! Dove per primi i Presidenti del Consiglio rubano e rimangono impuniti...anzi...li rivotano pure!!!
|  
  di Io, 05 Novembre 2007, 09:38 permalink

quando facevo io sti discorsi mi beccavo spesso del "fascista", ora tutti a pretendere che venga chiusa la stalla quando i buoi se ne sono già scappati.

La Romania, paradossalmente, avrebbe di che insegnarci dato che ha leggi dure e le applica a differenza nostra dove i criminali vengono rilasciati per indulto perchè in galere sovra affollate vivono in condizioni disumane (cazzo, mettiamoli in un 5 stelle cosi almeno non soffrono).

Romeni bravi ed onesti ce ne sono a bizzeffe ma se ne stanno tutti a casa loro

|  
  di siracide, 05 Novembre 2007, 09:55 permalink

Ok, si può discuterne.... in molti a puntare il dito, in molti a difendere cifre e statistiche, in molti a dire che non son tutti così.

Non è questione di "razzismo" nell'accezione "cattiva" del termine, ma è giusto fare le dovute distinzioni e non si può non fare confronti:

Chi sono stati tra i primi e numerosissimi immigrati in Italia? Su provate a pensarci... quasi quasi scommetto che nessuno ha pensato ai cinesi; eppure credo siano molto numerosi, probabilmente non si possono nemmeno contare perchè ogni tanto si trovano famiglie di una trentina di componenti stipate in fabbriche o appartamenti. Però loro hanno in un certo modo accettato le nostre "regole", si sono in qualche modo adattati. I reati gravi di cui stiamo parlando in questi giorni (stupri, furti, rapine, violenze) non vedono quasi mai coinvolti i cinesi. Se commettono reati sono quasi sempre "formali" e spesso contro se stessi (lavorano in condizioni esageratamente dure, scarsa igiene e altro). Comunque tutt'altro genere di reati.

Certo ci saranno pure tra di loro le eccezioni, ma guardiamo i fatti e i numeri: per i reati gravissimi di cui stiamo discutendo sono certamente molto indietro in classifica, certo più indietro di noi italiani.

Allora, perchè? Evidentemente non è impossibile vivere in modo (quasi) civile accettando le regole del paese che ospita... potrebbero farlo anche immigrati di altra razza, o no? 

|  
  di Io, 05 Novembre 2007, 11:03 permalink

cultura diversa.

 

I cinesi limitano la criminalità all'interno della loro comunità proprio per evitare di dar troppo pubblicità a certe attività ed i delitti/crimini che avvengono spesso non vengono neppure "notificati" al resto d'Italia. Se leggi i giornali, quanti cinesi ti risultano morti in Italia negli ultimi 20 anni? tutti in incidenti stradali (impossibili spesso da nascondere), qualche raro morto di morte naturale. stop. Strano no?

 

Tornando IT è proprio la cultura tipica delle popolazioni slavo/albanesi a portarli a primeggiare in certe categorie di crimini 

|  
  di siracide, 05 Novembre 2007, 11:18 permalink

Concordo in tutto; seppure ci sia pur sempre qualcosa da "raddrizzare" si deve ammettere che almeno i cinesi hanno un po' di rispetto/timore delle regole vigenti nel nostro paese. Molti altri popoli no. Culture diverse!

E, infatti, la cultura (la macrocultura) non è altro che una delle variabili che possono caratterizzare le diverse razze, quasi alla pari dei tratti somatici e fisici ("quasi" perchè la componente genetica per la culura è pressochè nulla). Però, da un punto di vista sociale, è chiaramente molto più rilevante la componente culurale di una razza che non le sue caratteristiche fenotipiche.

|  
  di D@niele, 05 Novembre 2007, 11:21 permalink

Siamo in un paese con leggi blande ma soprattutto senza certezza della pena. Il fatto che la gente diventi in qualche modo razzista ne è la diretta conseguenza. Da sempre e ovunque dove lo Stato è debole il popolo tende a farsi giustizia da solo.

 

|  
  di Massa, 05 Novembre 2007, 23:54 permalink
Credo che un individuo che faccia una cosa del genere sia mentalmente disturbata. Disturbi che gli derivano direttamente dalla sua situazione disagiata. Questi problemi devono essere risolti con un adeguato supporto psicologico e quant'altro... supporto che deve essere dato da Noi... da Noi in quanto responsabili della sua situazione come di quella di tutta la gente come lui. Mi spiego meglio: secondo me stiamo facendo lo stesso errore, potrà sembrare paradossale, degli Stati Uniti con l'11 settembre... sfruttare il mondo senza pensare che il mondo, un giorno, non venga a protestare. La protesta può essere una bomba, un aereo lanciato contro un grattacielo, uno stupro ed un omicidio. Non fa alcuna differenza sono la stessa identica cosa. Leggi più dure, lanciafiamme... cazzate. Servirebbero solo per nasconderci dietro un dito. Il dito è piccolo, il mondo dietro non ci sta tutto. Non oso neanche pensare l'ondata di merda che mi arriverà dopo aver schiacciato invio... ma prima di mandarmela pensate un attimo: non è che forse la parte povera del mondo stia venendo a presentarci il conto? E non è che siamo solo all'inizio? Visto che non vogliamo pagare cosa facciamo... li uccidiamo tutti? Ciao, Massa.
|  
  di siracide, 06 Novembre 2007, 09:44 permalink
Niente merda per ora...
Pensieri condivisibili, ma allo stesso tempo non li applicherei così a tutto tondo per giustificare ogni cosa che non va.
Ancora mi domando come sia possibile e ammissibile che alcune popolazioni si adattino o quantomeno si sforzino di adattarsi alle nostre regole civili e altre non vogliano/possano adattarvisi.
|  
  di Roda, 06 Novembre 2007, 11:07 permalink

Scalchi, ma porca di quella troia, bisogna smetterla di cercare di giustificare tutto : la maggioranza dei "singani" giustifica il furto, o lo considera lecito, sfrutta il lavoro minorile e tratta le donne come oggetti per la procreazione e come muli da soma. Mi spieghi cosa stracazzo c'entra questo con la psicolologia o con il fatto che noi li trattiamo male ?

Io credo di averlo detto anche a te, più e più volte : sono disposto non una, ma mille volte a rinunciare a qualcosa del mio benessere per far star meglio gli altri. E' giusto, direi sacrosanto. Ma non mi si venga a colpevolizzare perchè non sono riuscito ad integrare dei maledetti bastardi che stuprano, picchiano, violentano, ammazzano in nome della loro cultura o religione. Questo è assolutamente intollerabile ed è, purtroppo, il brodo di cultura che ha permesso che si arrivi a queste situazioni : falso buonismo, falso senso di tolleranza ed una buona dose di "benaltrismo" (il problema è sempre un altro ....). No, io mi integro con chi ne ha voglia e con chi lo merita, ma chi delinque, italiano, estero, marziano che sia, lo stango, ed anche pesantemente.

|  
  di elmoro, 06 Novembre 2007, 11:14 permalink

Tocchi temi un po' complessi per parlarne in un breve commento. In generale, la teoria che gli "altri" sono "diversi" e che devono adattarsi alle "nostre regole" non mi ha mai convinto. Le regole di convivenza sono estremamente simili in tutte le societa'. In generale furti, stupri, omicidi e quant'altro sono stigmatizzati socialmente e puniti penalmente, anche in Romania. Anzi, un rumeno ieri al tg si e' chiesto come mai in Romania per un pusto finisci in galera per 3 anni mentre qui ti rilasciano dopo poco tempo. Non ho motivo per non credergli. 

Quindi non e' tanto che i rumeni siano diversi. Magari sono diversi quelli che vengono in Italia, ma non perche' il DNA rumeno sia differente, quanto perche' se e' vero che qui le leggi sono piu' blande con il crimine, vengono attratti non quelli che vogliono lavorare legalmente, ma i criminali. 

Se cosi' fosse, e' ovvio che le espulsioni generalizzate servono a poco, tanto piu' che applicando alla lettera certe leggi si finiscono per espellere decine e decine di persone che lavorano, magari illegalmente, contribuendo al benessere generalizzato.  

 

|  
  di Roda, 06 Novembre 2007, 11:51 permalink

Benissimo, assodato che bisogna cambiare le leggi, adottare pene se non più severe quantomeno certe, che "non  bisogna generalizzare" (classica frase buonista), partire dalla scuola, fare convegni e tavole rotonde, ecc.ecc. in altre parole, almeno in Italia, NON FARE UN CAZZO COME AL SOLITO, vorrei sapere se è condivisibile andare nei campi rom, controllare i galantuomini che li abitano, verificare da dove vengono e, se vengono da fuori e  non hanno mezzi per mantenersi, prenderli per il coppino, caricarli su un bus, riportarli al loro paese e poi dar fuoco al bus che si sarà nel frattempo infettato di tutti i possibili batteri presenti nel globo terracqueo.

Nel caso in cui, viceversa, dimostrassero che i mezzi per mantenersi li hanno ma sono costretti a lavorare in nero, li prenderei per il coppino e mi farei accompagnare dal loro datore di lavoro, il quale dovrebbe firmare un contratto di lavoro a tempo indeterminato in seduta stante, nonchè versare tutti i contributi arretrati.

Nel caso in cui, tuttavia, il datore di lavoro dimostrasse che lui ha cercato di regolarizzarlo, ma le procedure burocratiche e i costi sono tali da scoraggiare chiunque, prenderei per il coppino tutti i politici che sanno queste cose ma fingono di dimenticarsene, e darei loro fuoco sulla pubblica piazza : soluzione che sarebbe propedeutica alla risoluzione di molti nostri problemi.

|  
  di siracide, 06 Novembre 2007, 11:55 permalink
Concordo pienamente.
In effetti scrivendo "nostre regole" non sono stato abbastanza chiaro, ma con quel termine volevo comprendere anche tutte le varie regole civili in vigore nel nostro paese (o in generale nel paese che ospita). Quindi codice della strada (se andiamo in Inghilterra dobbiamo adattarci, non possiamo circolare a destra, ma qui è più facile perchè saremmo i primi a rimetterci le penne), regole scolastiche, orari commerciali...
 
Ovviamente riguardo i fatti di cui stiamo discutendo, come dice elmoro, "le regole di convivenza sono estremamente simili in tutte le societa'. In generale furti, stupri, omicidi e quant'altro sono stigmatizzati socialmente e puniti penalmente, anche in Romania."
|  
  di elmoro, 06 Novembre 2007, 11:21 permalink
... tanto per fare un esempio, sembrano essere di gran lunga migliori di quelli italiani, da quanto si puo' capire da questo articolo, soprattutto del buonista Veltroni che dopo aver fatto niente di niente come sindaco di Roma (a parte il festival del cinema che ha creato solo per rompere le palle a venezia), e come tale responsabile di una situazione catastrofica, si permette di scaricare il barile incolpando un'intera popolazione.
|  
  di Roda, 06 Novembre 2007, 11:43 permalink
Per essere migliore dei nostri politici ci vuol molto poco ....
|  
  di siracide, 06 Novembre 2007, 12:29 permalink

A questo aggiungo un mio perenne dubbio amletico:

"pessime caratteristiche e metodi dei politici italiani"

A - Esse esistono per natura in alcune persone che quindi hanno la strada aperta per la carriera e si buttano in politica con "successo", mentre le persone geniali, valide, intelligenti e con eccellenti senso civico, politico ed economico, non ci pensano neppure a candidarsi in politica

B - una persona geniale, valida, intelligente con eccellenti senso civico, politico ed economico si candida e poi subisce una involuzione assumendo le pessime caratteristiche e metodi dei politici italiani

Se alla risposta B, per quanto desolante, non si può far altro che allargare le braccia, con la A mi cruccia quel "non ci pensano neppure a candidarsi": perchè? perchè temono di ricadere nel caso B?
Poi però sono pronti, come altri, a sciorinare soluzioni facili e geniali, a criticare chi opera e dirige (male)... e a questo punto dei miei ex-colleghi mestrini direbbero la fatidica frase "fao ti, no?" (traduz. "Fallo tu,no?").
Perchè le persone valide invece di parlare e criticare (pur con pieno titolo e con ottime ragioni) non scendono in campo? Ricordo che a Grumolo per l'elezione del sindaco c'è sempre uno e un solo candidato (di Forza Italia)... che vada bene o no, che alternative si pensa di avere? E poi lo si critica... ma allora che si candidi qualcun altro... io gli posso dare il mio massimo appoggio viste le sue critiche e le sue proposte... e questo di Grumolo non è un caso isolato, ma un caso nazionale.
|  
  di elmoro, 06 Novembre 2007, 12:28 permalink
hai per caso un riferimento al fatto avvenuto a treviso che hai citato?
|  
  di siracide, 08 Novembre 2007, 09:57 permalink
Dai giornali quotidiani:
 
PADOVA - Immigrati in pattuglia con i vigili
«Credo che i miei concittadini vengano in Italia a delinquere perché il carcere qui è meno duro. Il decreto è un buon inizio, ma per un’azione incisiva l’unica via è inasprire le sanzioni» afferma Roxana Paun Trifan, 33 anni, da cinque mesi «facilitatore culturale» che quattro giorni la settimana esce di pattuglia con i vigili urbani. Il suo compito e di altri 17 facilitatori è di ponte tra vigili e cittadini stranieri. Assunti dal Comune in un progetto cofinanziato dalla Regione, due di loro sono romeni.

 

Ecco una valida iniziativa: dare loro un lavoro che li metta in grado/diritto/dovere di controllare i propri connazionali.
E poi, come dicono loro stessi proprio in base a questa esperienza di pattuglia, vanno inasprite le pene.

|  
  di Llerin, 21 Novembre 2007, 09:40 permalink

E’ giunto il tempo di dire la mia sull’argomento.

Trovavo sbagliato scrivere subito dopo il fatto accaduto perché si corre il rischio di essere poco obiettivi. Ho cercato di non fare lo stesso errore del governo.

Data l’importanza dell’argomento immigrazione, anche secondo me è giusto quello che ha scritto Moro e cioè sarebbe stato più giusto legiferare in base a una programmazione ma questa non c’è e ciò è un errore di molti governi, sia di destra che di sinistra, e questa era la volta buona per farla e invece si è deciso di fare un decreto ed è l’ennesimo errore di questo governo che come errori sta facendo a gara col precedente.

Parlando di immigrazione più concretamente, e di romeni in particolare, non sono naturalmente d’accordo con chi ha fatto i raid, o chi vorrebbe usare il fuoco o il lanciafiamme perché si tratterebbe solo di vendetta.

Occorre, tra le altre cose, una seria legislazione e una sua giusta applicazione ma il fatto che abbiamo il mona di Mastella e la cazzata dell’indulto non giustifica il farsi giustizia da sé. La legislazione che abbiamo fa schifo e in più spesso non viene applicata ma questa c’è e, secondo me, il farsi giustizia da sé è sempre sbagliato, mica siamo come gli americani.

C’è un’altra cosa che non ho sopportato.

“Di fronte alla morte siamo tutti uguali” mi ha sempre detto mia nonna. E’ vero, ma mi chiedo: se il fatto invece di capitare alla moglie di un maresciallo fosse capitato a mia sorella sarebbe stato tutto uguale? Non avrebbe certo avuto questa eco, ne avrebbero parlato solo i giornali e i tg locali, e non avrebbero fatto di certo un decreto. Questo è un bene perché, anche se sbagliando, si è cercato di risolvere un problema che così viene più facilmente alla luce, è un male perché basterebbe fare un giro in ogni città per accorgersi del problema.

|  
  di Roda, 21 Novembre 2007, 11:31 permalink

LLerin, porca troia, non fare anche tu il politico :

a) sai meglio di me che la morte è uguale per tutti, come la legge, ma per alcuni è più "uguale" di altri; vuoi una risposta alla tua domanda se il boom mediatico sarebbe stato lo stesso se, invece di colpire la moglie di un maresciallo A ROMA avesse colpito tua sorella A BERTESINELLA ? Te lo dico io : NO ! Questi sono i media che abbiamo, ahimè.

b) Ok, tu non sei d'accordo con la mia proposta di infiammare tutti i campi nomadi. Benissimo, ma devi dirmi, al di là di un generico "Bisogna fare delle leggi, bisogna integrare, bisogna volersi bene", frasi che, come tu mi insegni, preludono al non fare assolutamente un benemerito CAZZO DI NULLA (infatti sono le cose che dicono i Ferrero, i Giordano e le teste di cazzo come loro), devi dirmi, ripeto : io farei a - b - c . In concreto, per cortesia.

 

|  
  di elmoro, 22 Novembre 2007, 08:02 permalink
Io ci terrei a chiarire che gli americani non si fanno giustizia da soli: l'America non e' quella di Tex Willer ne' quella di Charles Bronson. In alcuni casi esistono le cosiddette "ronde" di associazioni di cittadini: gruppi di volontari non armati, che semplicemente passeggiano  per strada e servono ad assicurare una presenza nel territorio specialmente in ore notturne: chiamano la polizia in caso si avvistino persone sospette, ma soprattutto disincentivano con la semplice presenza il commettersi di attivita' illecite.
A me questa pare un'ottima idea, non so perche' in italia la cosa sia vista con tale avversita'.
|  
  di Roda, 22 Novembre 2007, 09:43 permalink

E visto che l'altra notte i ladri hanno visitato l'appartamento sopra al mio, mi sa che mi farò io promotore delle ronde nel mio quartiere.

D'altronde, non capisco proprio i discorsi di certi "buonisti" di professione : la giustizia dev'essere garantita dalle forze dell'ordine e dalla magistratura. Però è assodato che questo non avviene  avviene in maniera molto blanda : qualcuno mi spiega cosa deve fare, a questo punto, il comune cittadini ? Continuare ad affidarsi ad istituzioni che non lo tutelano o lo fanno solo parzialmente, od arrangiarsi come può ? No, se qualcuno me lo spiega gliene sono grato.

MASSIMO BITONCI MIO IDOLO !!!

|  
  di Presidente, 22 Novembre 2007, 21:06 permalink

"il comune cittadini"....."non avviene avviene".....

roda sta iniziando a parlare rumeno... hi hi

|  
  di D@niele, 22 Novembre 2007, 09:55 permalink

D'accordo con Roda.
Massimo-Bitonici-uno-di-noi!
Cittadella comune all'avanguardia.

 

|